https://www.flexworking.it/

Il Covid ha cambiato le dimensioni degli uffici di coworking? Scopriamolo

Foto: Pexels

Dopo essere nati all’inizio degli anni 2000 gli spazi di coworking sono cresciuti e si sono diffusi sempre di più, sia a livello geografico che a livello di dimensioni fisiche vere e proprie. Questi spazi, dove poter lavorare agilmente e in un ambiente condiviso, sono arrivati ovunque nel mondo e gli uffici di coworking sono disponibili in praticamente tutti i paesi. Non solo, ma anche le dimensioni effettive sono andate aumentando sempre di più negli anni, almeno fino al 2019. Con l’avvento della pandemia di Covid-19 molte cose sono infatti cambiate.

Negli ultimi anni la pandemia che ha stravolto le nostre vite e il mondo del lavoro ha accelerato la conversione allo smartworking di molte realtà lavorative costringendo moltissimi gestori di coworking a riorganizzare gli spazi di lavoro. Molti clienti nel  mondo hanno fatto richiesta per aree più spaziose e scrivanie più separate nel rispetto degli standard sanitari necessari per la loro sicurezza. Per invogliare i membri a ritornare negli spazi di lavoro evitando l’isolamento, mantenendo però privacy e sicurezza, sono stati incrementati gli uffici privati nei coworking. Anche noi di Flexworking, in centro a Milano abbiamo adeguato i nostri spazi prestando attenzione alla salute dei nostri clienti e abbiamo offerte per postazioni di lavoro di tutti i tipi!

Per monitorare le modifiche avvenute dopo gli ultimi anni Coworking Insight ha lanciato un nuovo report che esamina gli spazi di coworking odierni. Sono stati utilizzati i dati di 19.500 uffici in 172 paesi, divisi in macro regioni  per facilitare l’analisi dei dati, ed hanno fornito interessantissimi risultati. Asia-Pacifico (APAC), Europa e America Latina, hanno mostrato un aumento delle dimensioni medie dei loro spazi di coworking al contrario delle altre regioni. America centrale e settentrionale, Medio Oriente, Africa e Regno Unito che ne hanno, infatti, registrato una diminuzione.

Coworking dimensioni degli uffici: i paesi con più variazione

Tra le regioni ed i paesi che hanno subito più variazioni in seguito alla pandemia troviamo in particolare la regione Asia-Pacifico e il Regno Unito. La prima ha registrato un incremento del 7% sulla metratura effettiva degli spazi di coworking mentre lo UK al contrario ha registrato il calo più grande con un -9% negli uffici condivisi. Sarà ora interessante analizzare i cambiamenti che questo settore del mondo del lavoro subirà nei prossimi anni, cambieranno o continueranno come le ultime tendenze? E voi cosa preferite? Lavorare in smart da casa o condividere un bell’ufficio conoscendo sempre nuovi colleghi?

Siete a Milano centro e volete provare l’emozionante esperienza di lavorare in uno spazio di coworking  moderno e dinamico? Flexworking è il posto giusto che fa per voi! Potete passare a trovarci in via Cerva 20 (zona San Babila). Per saperne di più, chiama lo 02.87226977, il 335.7060752, oppure invia una mail a info@flexworking.it.

coworking

Coworking – Foto: Pexels

Categories: Coworking

Tags:

Post Your Thoughts

Related Posts
Affittare postazioni di lavoro in un coworking è meglio dell’ufficio privato?

Affittare postazioni di lavoro in un coworking è meglio dell’ufficio privato?

  Se prima del 2020 il 95% delle aziende italiane non aveva mai pensato all'idea…

Lavorare in spazi di coworking: 10 pro del lavoro smart

Lavorare in spazi di coworking: 10 pro del lavoro smart

Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un evidente aumento del numero di spazi di coworking…

Coworking: i consigli per vivere un’esperienza unica

Coworking: i consigli per vivere un’esperienza unica

Gli spazi coworking sono luoghi in cui liberi professionisti e aziende possono lavorare in modo…

Close

Fast check-in

Would you like to see our space before joining? Come and visit our coworking space. Please fill out the form and our manager will get back asap.

Riceverai una e-mail di conferma una volta cliccato su invio. In caso contrario, controllare la cartella di spam e contrassegnare l'e-mail come sicura