Affittare postazioni di lavoro in un coworking è meglio dell’ufficio privato?

 

Foto: Pexels

Se prima del 2020 il 95% delle aziende italiane non aveva mai pensato all’idea di spazi condivisi, ora i dati parlano chiaro: sono in grande aumento le professioni che permettono di lavorare in modo flessibile e lo sono anche i lavoratori alla ricerca di spazi alternativi, che si adattino alle proprie necessità. Dopo la pandemia di Covid-19, in molti si stanno chiedendo se sia ancora necessario recarsi in azienda o in ufficio tutti i giorni, avendo la possibilità di svolgere i propri compiti in qualsiasi luogo.

In un articolo pubblicato da Tecnically Media, agenzia statunitense specializzata nella gestione di punti vendita, viene posto un interrogativo: “Quale sarà il futuro del lavoro?“. Per poter fornire una risposta, la società americana ha proposto come esempio la scelta di Stix, una startup di Filadelfia fondata nel 2021. Al momento della sua creazione, le manager della società hanno scelto di firmare un contratto di locazione in uno spazio di coworking e non in un ufficio privato. Il motivo? Tutti i vantaggi che esso può offrire.

Foto: FlexworkingMilano

Affitto postazioni lavoro coworking: ecco perché sono la scelta migliore per il proprio business

È ormai risaputo, il coworking permette al cliente di avere a disposizione un mix di spazio comune e servizi con uffici privati, oltre a sale riunioni attrezzate e spazi break. Ma ciò che attira maggiormente verso questa soluzione è il basso prezzo degli affitti per le scrivanie, spesso molto inferiore ai costi necessari al mantenimento di uffici tradizionali. In passato, sono state aziende tecnologie e startup in fase iniziale a cogliere le potenzialità degli spazi di coworking, perché alla ricerca di uffici flessibili e attrezzati, adatti a chiunque cercasse una postazione di lavoro fuori dalla propria abitazione.

Secondo quanto riportato da Tecnically Media, dal 2020, queste alternative agli uffici tradizionali sono in costante aumento e il motivo principale è la crescita esponenziale dei richiedenti. Sull’onda di questa evoluzione, sono nate vere e proprie società di coworking, ossia grandi gruppi che gestiscono più spazi all’interno della stessa città. Ciò che principalmente spinge lavoratori singoli e aziende a scegliere questi ambienti per il proprio business è il clima positivo che si viene a creare al loro interno, favorito da arredamenti minimali e un’attenta progettazione degli spazi, rendendoli funzionali ad ospitare persone con esigenze differenti. A Milano, lo spazio di coworking perfetto è Flexworking, situato all’interno di un incantevole palazzo storico in Via Cerva 20, zona San Babila. Per scoprire il mondo di Flexworking e aver maggiori informazioni, chiama lo 02.87226977, il 335.7060752, oppure invia una mail a info@flexworking.it.

Post Your Thoughts

Related Posts
“Coworking Europe” torna ad Amsterdam il prossimo novembre

“Coworking Europe” torna ad Amsterdam il prossimo novembre

Anche per quest'anno, la città di Amsterdam è pronta ad ospitare Coworking Europe, la conferenza…

L’indagine di Arup rivela: i lavoratori vogliono più verde e coworking dopo il Covid

L’indagine di Arup rivela: i lavoratori vogliono più verde e coworking dopo il Covid

 Un'indagine comparata di Arut rivela i bisogni dei lavoratori dopo il Covid: più verde e…

Flexworking: il coworking ideale per le start up

Flexworking: il coworking ideale per le start up

Flexworking ha ospitato gli InnovaMi Awards Lo scorso 11 dicembre si sono tenuti gli InnovaMi…

Close

Fast check-in

Would you like to see our space before joining? Come and visit our coworking space. Please fill out the form and our manager will get back asap.

Riceverai una e-mail di conferma una volta cliccato su invio. In caso contrario, controllare la cartella di spam e contrassegnare l'e-mail come sicura