Il futuro del coworking: nuove idee e previsioni dalle realtà di Washington

Il 2020 a causa della pandemia non è stato un anno eccezionale per il coworking, nato per aver riunito lavoratori e imprenditori per condividere spazi di lavoro ora è fonte di nuove ispirazioni

Molti coworking hanno dovuto fare notevoli sforzi per sopravvivere, proprio come tutti gli altri. Molti hanno iniziato a offrire riunioni virtuali, programmi ed eventi o software aziendale personalizzato per fornire nuovo valore alle loro iscrizioni. Ma non sono emersi dalla pandemia in corso solo con alcune nuove funzionalità. Dalla crisi sono nate nuove idee e spunti per il futuro del loro settore e i proprietari dei coworking vedono ancora il loro modello come l’ufficio del futuro.

“Il settore immobiliare per uffici commerciali non è un settore innovativo in rapida evoluzione. È lento, metodico e ad alta intensità di capitale “, ha affermato Mike Kriel, CEO di Launch Workspaces. “Il coworking e lo spazio flessibile sono una soluzione agile e reattiva all’interno del colosso dell’ufficio commerciale tradizionale.” Il Washington Business Journal ha intervistato sei dirigenti di coworking sul futuro del loro settore. Questo è quello che hanno detto su ciò che è necessario.

Flessibilità

Foto: Flexworking

Futuro del coworking: l’opinione di sei dirigenti

Il coworking fa parte della soluzione per tutte le aziende per offrire la massima flessibilità per i propri dipendenti, fornendo “la possibilità di lavorare in sicurezza da un ufficio, lavorare da casa o lavorare da uno spazio di coworking come il nostro”, ha affermato Ryan, CEO e co-fondatore di Convene. Efrat Fenigson, vicepresidente marketing di Mindspace, ha descritto come lo stanno facendo loro, utilizzando orari di lavoro a rotazione per aziende di tutte le dimensioni, spesso con impegni a breve termine rispetto a un contratto di locazione tradizionale perché le aziende vogliono solo superare la pandemia e guarda cosa c’è dopo.

Jessica Kaing, direttrice di eventi e programmazione per 1776 parla della crescita e sostenibilità di incontri ed eventi virtuali nel futuro modello di coworking. L’ufficio virtuale non solo fornisce flessibilità per il set di lavoro da casa, ma consente anche la partecipazione in tutto il mondo. Non c’è motivo di limitare gli abbonamenti agli imprenditori locali. Tutta la programmazione di 1776 nel 2020, dall’inizio della pandemia, era online.

Mentre alcune misure di sicurezza contro la pandemia come i controlli della temperatura, le maschere obbligatorie e i limiti alla presenza di persona si spera saranno di breve durata, altre rimarranno. Angela O’Grady, chief operating officer presso gli uffici distrettuali, ha detto che le sue macchine per l’igienizzazione delle mani sono qui per restare, ad esempio. Kriel ha affermato che questi miglioramenti dovrebbero mantenere le persone più sicure e più sane anche dopo la pandemia.

Se sei un libero professionista, una start up o una piccola e media impresa e vuoi avere maggiori informazioni sul mondo del coworking per migliorare il tuo business al centro di Milano, contattaci al numero 02.87226977, inviaci una mail a info@flexworking.it oppure visita il nostro sito.

Categories: Coworking

Tags:

Post Your Thoughts

Related Posts
Come sarà il futuro del coworking? I tre trend in crescita

Come sarà il futuro del coworking? I tre trend in crescita

Il coworking in Italia è in aumento. Ma quali saranno i trend futuri? Ormai tutti…

Le aziende chiedono soluzioni flessibili: il “flex” office è ormai realtà!

Le aziende chiedono soluzioni flessibili: il “flex” office è ormai realtà!

La flessibilità è una delle più grandi necessità delle aziende nel periodo post-pandemia: il flex…

Coworking: il panorama italiano

Coworking: il panorama italiano

Si sente parlare molto di coworking, ma effettivamente quanto è diffuso in Italia? I lavoratori…

Close

Fissa un appuntamento

Would you like to see our space before joining? Come and visit our coworking space. Please fill out the form and our manager will get back asap.

Riceverai una e-mail di conferma una volta cliccato su invio. In caso contrario, controllare la cartella di spam e contrassegnare l'e-mail come sicura