Il coworking, centro di apprendimento e di networking professionale

Fonte: Pixabay

Il coworking come spazio di lavoro dove condividere, oltre che spazi, anche conoscenze e idee

I coworking come punti di incontro e apprendimento

Gli spazi di coworking sono un fenomeno relativamente recente, nato nel 2005 a San Francisco. Il loro stile lavorativo è caratterizzato dalla condivisione di un ambiente lavorativo da parte di individui, i quali però mantengono allo stesso tempo un’attività indipendente. Il punto di forza di tali spazi è offrire diversi servizi e valori aggiunti, tra cui un ambiente ricco di individui che possono beneficiare a vicenda delle proprie connessioni e abilità. Gli spazi di coworking sono infatti diventati, ospitando imprenditori e freelancers, luoghi di apprendimento sempre più apprezzati dai professionisti.

Obiettivi, opportunità e flessibilità

Uno degli obiettivi principali è creare un ambiente che faciliti l’interazione tra membri, al fine di promuoverne la condivisione di conoscenze e abilità. I coworking differiscono dalle strutture tradizionali per questo motivo, oltre che per la maggiore flessibilità e reattività rispetto alle innovazioni. A tal fine, e a quello di creare un ambiente sempre più positivo e motivante, questi spazi offrono servizi costantemente al passo coi tempi, presentando poi soluzioni adattabili a ogni tipo di esigenze. Lo scopo ultimo è offrire alle persone uno spazio dove lavorare con agio, unendo background professionali differenti per così esercitare un apprendimento informale. Lo scambio di idee e l’incontro tra i diversi settori sono inoltre arricchiti da workshop, corsi di formazione ed eventi, elementi di potenziamento della community professionale.

Un ambiente di crescita professionale

Nel mondo lavorativo è infatti importante, ancor di più di quello che conosci, chi conosci.  È qui che il vero valore degli spazi di coworking entra in gioco. Chiunque passi dalla porta di un coworking  è un professionista nel suo campo, e sarebbe sciocco non cogliere l’opportunità di creare connessioni che potrebbero portare a importanti risvolti lavorativi. Gli spazi di coworking tendono infatti ad attrarre una grande varietà di persone da ogni campo e industria. L’imperativo è quindi approfittare della possibilità di condividere, oltre che spazi, idee e punti di vista. In un coworking non si può mai sapere chi ti troverai di fianco, e con tutta probabilità sarai piacevolmente sorpreso di come quella stretta di mano sarà in futuro vantaggiosa per te e il tuo business.

Fonte: Pixabay

Flexworking, il coworking nel cuore di Milano

Flexworking è l’esempio perfetto di queste realtà che stanno sempre più ottenendo credito nel mondo professionale. Il coworking, situato a pochi passi da Piazza San Babila, si pone infatti come caso emblematico di ciò che questi spazi si propongono di fare. Una community unita e professionalizzante, spazi dedicati alla formazione e ad eventi, servizi all’avanguardia… e il tutto in centro a Milano, quindi armoniosamente connesso con la realtà frenetica della metropoli, ma anche con i suoi quieti angoli storici, come la via dove lo spazio è inserito, Via Cerva.

Post Your Thoughts

Related Posts
Ritorno alla normalità? Il futuro è del coworking

Ritorno alla normalità? Il futuro è del coworking

Il coworking rappresenta la nuova normalità: a confermarlo sono alcune statistiche Quando si potrà parlare…

Networking professionale: cos’è e perché è importante

Networking professionale: cos’è e perché è importante

 Il networking è la chiave per l'arricchimento professionale Che vogliate essere dipendenti o liberi professionisti, una cosa…

Ecco perché il coworking prospererà nel 2021 e oltre

Ecco perché il coworking prospererà nel 2021 e oltre

È tempo di riflettere e guardare al 2021 con pragmatismo e speranza, e forse si può…

Close

Fast check-in

Would you like to see our space before joining? Come and visit our coworking space. Please fill out the form and our manager will get back asap.

Riceverai una e-mail di conferma una volta cliccato su invio. In caso contrario, controllare la cartella di spam e contrassegnare l'e-mail come sicura