5 regole per la sicurezza in coworking

Spazio a norma di legge, postazioni ergonomiche, illuminazione, accessi e sanificazione 

Lavorare in uno spazio coworking fornisce molti benefici: flessibilità, abbattimento dei costi fissi dell’affitto di un ufficio, presenza di una community con cui intessere relazioni professionali, incremento della motivazione personale e della creatività e accesso a servizi e dispositivi tecnologici di ultima generazione. Ci sono, tuttavia, alcuni elementi da valutare attentamente nella scelta del coworking. E la sicurezza è indubbiamente uno dei parametri da tenere in considerazione. Soprattutto nell’attuale situazione di emergenza sanitaria.

Sotto la parola sicurezza rientrano diversi aspetti che vanno dalla sicurezza della persona fisica, alla tutela dei dati personali, fino al più recente distanziamento sociale e alla sanificazione degli spazi. Per avere la certezza che lo spazio che si sceglie sia effettivamente sicuro, ecco una lista di cose da controllare. È bene per prima cosa che lo smartworker, lo startupper o il libero professionista che decida di lavorare in un coworking, verifichi che lo spazio sia a norma di legge. Seconda cosa, è importante che le postazioni di lavoro siano ergonomiche: la dimensione della scrivania deve essere ampia per ospitare non solo il computer e i documenti, ma anche il materiale accessorio; il pc deve essere posizionato ad una corretta distanza e le sedia deve consentire una postura corretta e comoda.

Foto Flexworking

Coworking e sicurezza: tutti i requisiti che devono essere rispettati

Terzo aspetto da considerare: l’ambiente che caratterizza lo spazio di lavoro deve essere confortevole in termini di aerazione, temperatura, illuminazione e rumore. Il coworking deve prevedere un impianto di riscaldamento e condizionamento adeguato, ma deve possedere anche numerose finestre. Bisogna verificare che le postazioni siano illuminate da fonti di luci, meglio se naturali. In ogni caso non ci devono essere fastidiosi riflessi. Infine è consigliabile uno spazio in cui ci sia quiete. Troppo rumore potrebbe disturbare la concentrazione dei coworkers.

Quarto punto a cui si dovrebbe prestare attenzione sono le procedure che regolano gli accessi e la circolazione all’interno degli spazi. Capire se lo stabile è presidiato con un servizio di portineria, se nel coworking vi è una reception, se vi sono telecamere interne ed esterne e un sistema di monitoraggio degli accessi alla rete Wifi. Sarebbe meglio che lo spazio di coworking fosse anche dotato di lockers per la sicurezza della propria strumentazione e degli oggetti personali.

Parlando di sicurezza, infine è indispensabile approfondire anche gli aspetti legati all’attuale emergenza sanitaria. Verificare che gli spazi siano stati organizzati per garantire gli accessi in modo ordinato e che sia assicurata la distanza trai coworkers prevista dalle direttive anti-coronavirus. L’importante è che vi siano regole precise sugli ingressi in zone comuni, come le aree break o salette relax. Ultimo elemento da considerare la sanificazione degli ambienti: il coworking mette a disposizione prodotti per l’igiene? Lo spazio è correttamente areato in modo da favorire il ricambio d’aria? Gli ambienti di lavoro devono essere correttamente igienizzati e ionizzati con appositi strumenti.

Flexworking, a due passi dal Duomo di Milano, è lo spazio di coworking che rispetta tutti questi requisiti. Con i suoi ambienti moderni, fluidi ed ergonomici, Flexworking va incontro alle esigenze dei propri clienti. Offre non solo stanze aperte con postazioni smart, ma anche meeting room private e aree relax, dove scambiare chiacchiere con gli altri coworkers. Contatta il nostro spazio al numero 02.87226977, invia una mail a info@flexworking.it o visita il nostro sito www.flexworking.it.

 

Categories: News

Tags:

Post Your Thoughts

Related Posts
Nomadismo digitale: uno stile di vita e di lavoro per tutti?

Nomadismo digitale: uno stile di vita e di lavoro per tutti?

Wiko sfata i  5 stereotipi più comuni su questo fenomeno Il Nomadismo digitale è un…

Transizione 4.0: previsti incentivi per 18,4 miliardi

Transizione 4.0: previsti incentivi per 18,4 miliardi

Bonus per beni strumentali immateriali, investimenti tecnologici per il lavoro agile e processi in ottica…

Flexworking: un assist a favore dell’internazionalizzazione

Flexworking: un assist a favore dell’internazionalizzazione

Sono sempre di più le aziende che vogliono entrare nel mercato internazionale al fine di…

Close

Fissa un appuntamento

Would you like to see our space before joining? Come and visit our coworking space. Please fill out the form and our manager will get back asap.

Riceverai una e-mail di conferma una volta cliccato su invio. In caso contrario, controllare la cartella di spam e contrassegnare l'e-mail come sicura